Arrow
Arrow
Slider

La legge per tutti i cittadini: con l’accertamento tecnico preventivo la giustizia si fa rapida      

Per combattere contro i defatiganti rimedi della giustizia ordinaria ossia radicare un procedimento civile dinanzi all’A.G. competente sia essa in funzione monocratica che collegiale, esiste, già da tempo, per la verità, il rimedio del ricorso ex art. 696 bis cpc, appositamente pensato e previsto dal legislatore per la responsabilità medica ed il risarcimento danno alla salute. A tal proposito si segnala la decisione sotto riportata. Condannata d’urgenza la ASL per la morte del paziente provocata dalla mancata operazione immediata al pronto soccorso. Continua a leggere

La legge per tutti i cittadini: è del tutto irrilevante la qualità del paziente al fine di stabilire se vi sia stato o meno consenso informato

E’ irrilevante la qualità del paziente al fine di stabilire se vi sia stato o meno consenso informato, la stessa potendo incidere solo sulle modalità di informazione, che devono essere adeguate al livello culturale del paziente, con l’adozione di un linguaggio che tenga conto del suo particolare stato soggettivo e del grado delle conoscenze specifiche di cui dispone. Continua a leggere

La legge per tutti i cittadini: indennità di accompagnamento – riconoscimento- malattie psischiche

indennità di accompagnamento: vogliamo ricordare alcuni elementi essenziali che qualificano la indennità di accompagnamento. Ecco la definizione:  una prestazione dove l’intervento assistenziale è rivolto alla famiglia e non al soggetto minorato nelle sue capacità di lavoro  La giurisprudenza è costante nel dire che lo scopo di questa forma di intervento è incoraggiare il nucleo familiare di sostegno, affinché si eviti il ricovero della persona in istituti di cura ed assistenza (con conseguente diminuzione della relativa spesa sociale). Continua a leggere

La legge per tutti i cittadini: risarcimento danno per colpa medica e responsabilita’ professionale medica: nesso di causalita’

L’indagine sulla sussistenza del nesso di causalità tra una affezione o lesione personale e una terapia medica o un intervento chirurgico, al fine dell’eventuale responsabilità risarcitoria dell’autore di tale terapia o intervento, implica il necessario ausilio di nozioni di patologia medica e medicina legale, con la conseguenza che, non potendo queste fornire un grado di certezza assoluta sulla derivazione di un certo evento da un determinato antecedente, la ricorrenza del suddetto rapporto di causalità non può essere esclusa in base al mero rilievo di margini di relatività, a fronte di un serio e ragionevole criterio di probabilità scientifica, specie quando non risulti la preesistenza, concomitanza o sopravvenienza di altri fattori idonei a provocare l’evento medesimo” (Cass.13.5.1982 n.3013; Cass.21.1.2000 n.632). Continua a leggere

La legge per tutti i cittadini: danni da vaccinazione importante risarcimento sezione lavoro tribunale di bari legge 229/05 sulla base della legge 210/92

Con sentenza n. 2078/2016, depositata il 20 aprile 2016 e resa in un caso non  patrocinato dallo studio scrivente, il Tribunale di Bari – sezione lavoro,  si determinava a ricalcolo dell’indennizzo aggiuntivo ex legge 229/05 sulla base della mensilità ex legge 210/92 ossia sulla base dell’indennità riconosciuta per l’epatite C annualmente rivalutato per intero“; Continua a leggere