Arrow
Arrow
Slider

Danno non patrimoniale sangue infetto HCV

La Corte di Appello di Catanzaro, seconda sezione civile, con sentenza n. 746/14 accogliendo le istanze promosse dall’ appellante a patrocinio dell’ Avv. P. Spiro Nicastro, riconosce il danno non patrimoniale da lesione della salute comprensivo del danno biologico, del danno morale, del danno estetico, del danno alla vita di relazione e di quella esistenziale. Tale categoria di danno, sussistente sia in relazione alla menomazione permanente dell’integrità psico-fisica del S.M., sia in relazione al periodo di inabilità temporanea (assoluta e relativa), concretizzante una sicura lesione della salute, va liquidato tenendo conto di tutte le compromissioni che detto pregiudizio non patrimoniale ha comportato nella vita della parte appellante.

Lascia una risposta