Arrow
Arrow
Slider

LA LEGGE PER TUTTI I CITTADINI: Responsabilità medica; è reato rimandare la visita medica al paziente

Cell. 338.5459795 Studio 0984.975350 LA LEGGE PER TUTTI I CITTADINI: STUDIO LEGALE NICASTRO & LORIA UNICO PORTALE SULLA RESPONSABILITA’ MEDICA IN ITALIA RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA O UN APPUNTAMENTO  ONLINE MAIL; spironicastro@teletu it RISPOSTA ENTRO LE 24/48 ORE LO STUDIO E’ PRESENTE A : COSENZA, CROTONE, CATANZARO, REGGIO CALABRIA, VIBO VALENTIA.

Corte di cassazionE sentenza numero 40753/2016 

L’arrivo di un paziente al Pronto Soccorso fa sorgere in suo capo il diritto di essere sottoposto a visita medica. La Corte di cassazione ha  fatto chiarezza con sentenza numero 40753 del 29 settembre 2016.  In sintesi: il codice triage assegnato al momento dell’accettazione non legittima mai il sanitario ad omettere di visitare un paziente la cui patologia sia stata valutata non grave dal personale paramedico al primo screening eseguito. Tale codice, piuttosto, limita la sua funzione a quella di definire un ordine delle visite, visite che comunque devono essere eseguite.

Nel caso con il quale la Corte si è dovuta confrontare, peraltro, a lamentare il dolore, acuto, era una donna non più giovane e a sollecitare il sanitario a visitarla era stato anche il personale infermieristico Il codice di ingresso,  ancorchè verde, ha legittimato ( del tutto abusivamente)  il medico, nonostante non avesse altre urgenze, ha rimandare l’esame radiologico cosi motivando:”  l’esame radiologico necessario deve essere posticipato, dato che al momento dell’arrivo del paziente era notte” Per la Cassazione, tuttavia, tale comportamento non può reputarsi un legittimo esercizio della discrezionalità del sanitario. È una priorità, infatti, quella di scongiurare delle patologie intense e tali da richiedere un intervento tempestivo e irrimandabile.Si configura per certo il  reato di rifiuto di atti di ufficio,  Avv. Piero Spiro Nicastro Fon. Cataldi

Lascia una risposta